bio

ANTONIO CASTRIGNANÒ, MUSICISTA, COMPOSITORE E AUTORE SALENTINO.
DAL 2003 VOCE E TAMBURO DELLA ‘NOTTE DELLA TARANTA’,
HA SUONATO E COLLABORATO CON MOLTI ARTISTI DELLA SCENA MUSICALE ITALIANA
E
INTERNAZIONALE COME STEWART COPELAND, MAURO PAGANI, GIULIANO SANGIORGI, FANFARE
CIOCARLIA, THE CHIEFTAINS, GORAN BREGOVIC, BALLAKÈ SISSOKO, CAPAREZZA, LUDOVICO
EINAUDI, PHIL MANZANERA, MARCAN DEDE, FANFARA TIRANA….

ESIBENDOSI SU PALCHI E FESTIVAL DI GRANDE PRESTIGIO, NAZIONALE ED INTERNAZIONALE,
È DIVENUTO NEGLI ANNI ARTISTA DI RIFERIMENTO E VOLTO NOTO DELLA RISCOPERTA TRADIZIONE
MUSICALE DEL SALENTO.

MAWAZINE (MAROCCO), MUSIQAT (TUNISIA), FESTIVAL INTERNATIONAL DE CARTHAGE (TUNISIA),
AU FIL DES VOIX (FRANCIA), WOMEX (GRECIA), BABEL MED (FRANCIA), MUPA (BUDAPEST), LE
POISSON ROUGE (NY-USA), BROSELLA (BELGIO), MUZIEKPUBBLIQUE (BELGIO), MUSIC MEETING
FESTIVAL (OLANDA), NEW MORNING (FRANCIA), VILLA ARCONATI (MILANO), AUDITORIUM PARCO
DELLA MUSICA (ROMA), BUENOS AIRES CELEBRA ITALIA (ARGENTINA)… e ALTRI.

COMPOSITORE DELLA COLONNA SONORA DEL FILM NUOVOMONDO (Golden Door) DI EMANUELE
CRIALESE, LEONE D’ARGENTO ALLA MOSTRA DEL CINEMA DI VENEZIA 2006, VINCITORE DI 3
DAVID DI DONATELLO, 2 CIAK D’ORO E NUMEROSI RICONOSCIMENTI, CANDIDATO A 4 NASTRI
D’ARGENTO TRA CUI MIGLIORE COLONNA SONORA, E CANDIDATO AI GOLDEN GLOBE COME
MIGLIOR FILM STRANIERO 2007.

LE SUE MUSICHE SONO PRESENTI ANCHE NEL FILM BELLAS MARIPOSAS DI SALVATORE MEREU,
VINCITORE DEL PREMIO SCHERMI DI QUALITÀ E PREMIO FEDIC ALLA MOSTRA DEL CINEMA DI
VENEZIA 2012.

E’ VOCE OSPITE DI GIULIANO SANGIORGI E NEGRAMARO NEL PRIMO CONCERTO A “SAN SIRO”
DELLA ROCKBAND SALENTINA, E PRESENTE NELLA PRODUZIONE DISCOGRAFICA CD-DVD
“NEGRAMARO SAN SIRO LIVE”.
COLLABORA CON IL COREOGRAFO FRANCESE JAEN CHRISTOPHE MAILLOT E “LES BALLETS DE
MONTE CARLO” PER IL CONCERTO-SPETTACOLO “CORE MEU” IN SCENA AL GRIMALDI FORUM DI
MONACO E PER LA “F(Ê)AITES DE LA DANSE 2017” CHE RISCUOTONO ENORME SUCCESSO DI
PUBBLICO E CRITICA.

S.A.R. CAROLINA DI MONACO E LA FAMIGLIA REALE MONEGASCA SCELGONO IL SUO CONCERTO PER
ANIMARE LA FESTA DI NOZZE TRA IL PRINCIPE PIERRE CASIRAGHI E BEATRICE BORROMEO.

PER RAGIONI ANAGRAFICHE E GEOGRAFICHE, ANTONIO CASTRIGNANÒ È ENTRATO A FAR PARTE
DELLA MUSICA POPOLARE SALENTINA QUANDO ERA ANCORA ADOLESCENTE (Canzoniere di Terra
d’Otranto – Canzoniere Grecanico Salentino – Aramirè) MA IL SUO PERCORSO ARTISTICO, ANZICHÉ
CONFONDERSI CON QUEL FENOMENO CHE GLI CRESCEVA AFFIANCO, HA FINITO PER
TRATTEGGIARNE GLI SVILUPPI E SEGNARE UNA SVOLTA NELL’INFLAZIONATA FEBBRE DELLA
PIZZICA CHE ORMAI CONTAGIA IL SALENTO E SI DIRIGE BEN OLTRE I CONFINI NAZIONALI.

CON L’ORECCHIO ATTENTO AGLI STILEMI DEL PASSATO E LA CURIOSITÀ DI CHI VUOLE VIVERE LA
CONTEMPORANEITÀ ACCETTANDONE LE SFIDE, SPERIMENTA LA TENSIONE ESPRESSIVA CHE SI
MUOVE TRA QUESTE DUE DIRETTIVE PER COSTRUIRE UN REPERTORIO DEL TUTTO PERSONALE,
SPESSO CONNOTATO DA COMPOSIZIONI AUTOGRAFE.

Share: